infos

Nome Prodotto: Finger-Dip (Registered Design. Finger Dip è un Marchio Registrato)

Taglie: Small e Large

Colori disponibili: GIALLO, ROSA, AZZURRO

Finger-Dip “ufficializza” e rende possibile e divertente il tabù del mangiare con le mani. Da un atto naturale come quello di mangiare con le mani nasce un prodotto del tutto innovativo e unico, poiché non esiste nessun altro strumento VESTIBILE che ci permette liberamente di mangiare e di toccare il cibo con le mani in assoluta igiene e comodità. Finger-Dip è in lattice naturale, materiale la cui applicazione nel campo della posateria usa e getta è una novità assoluta.

Il lattice, oltre ad essere un materiale naturale al 100%, è estremamente elastico e le sue proprietà rendono i Finger-Dip adattabili e comodi una volta indossati. Finger-Dip è inoltre un prodotto funzionale, etico, igienico e tascabile, in linea con le tendenze e le esigenze della società di oggi e di domani!

Lattice Naturale (Food-Grade, lattice compatibile con alimenti).

Finger-Dip è un prodotto semplice sia nel design che nella tecnologia di produzione. è in lattice di gomma naturale e puù essere prodotto industrialmente sfruttando la tecnologia del LATEX DIPPING (produzione per immersione), tecnologia simile a quella per la produzione dei preservativi o dei palloncini. Il lattice inoltre rende questo prodotto una posata usa e getta ideale per le tendenze eco-sostenibili del momento. Il packaging invece è in polipropilene ed è stato realizzato con la tecnologia Flow-Pack.

Finger-Dip nasce come risposta alla frenesia e alle esigenze dei tempi moderni. Era da tempo che avevamo in mente di progettare uno strumento per mangiare con le mani. Nel 2007 Designboom ha indetto un concorso internazionale in occasione del salone del Macef 2008, avente come titolo “Mangiare nel 2015”. è stata l’occasione giusta per proporre e sviluppare Finger-Dip. Si tratta di cappucci in lattice da applicare sulle dita per mangiare con le mani, ovviando così al problema dell’igiene e della praticità. Finger-Dip ha un design provocatorio, accattivante, funzionale e pratico, in linea con le esigenze e le tendenze legate al cibo nella società odierna. Sono tanti i progettisti che in questi anni hanno ripensato e reinventato il concetto di posata. Il Food Design (il Design del cibo e di tutti gli strumenti per consumarlo compresi gli accessori per la tavola) è diventato ultimamente quasi una moda, un campo trendy della sperimentazione industriale.

La nostra risposta deriva quindi anche da questa tendenza e dal desiderio di distaccarci in un certo senso da una progettazione puramente estetica che spesso sembra prevalere sulla funzionalità del prodotto.

Negli ultimi anni è stato progettato di tutto, dalla forchetta che raccoglie meglio gli spaghetti, alla bacchetta che oltre ad afferrare il sushi lo infilza e lo taglia, dal piatto che regge anche il bicchiere, all’arnese per mangiare le pannocchie con estrema facilità. In un mondo dove il vivere è sempre piu? complesso, non è presuntuoso affermare che l’uomo ha bisogno di certezze e di risposte semplici, di tornare all’essenza delle sue origini. Ha bisogno di accorgersi delle sue potenzialità ed essere sicuro dei suoi mezzi. Finger-Dip non vuole eliminare le differenze culturali tra i popoli, che al contrario arricchiscono il vivere degli uomini con nuove esperienze, bensì renderli uguali nella loro naturale fisicità. Durante la fase di concept abbiamo analizzato qualsiasi utensile per mangiare, e in ognuno di essi abbiamo cercato di eliminare il superfluo, raschiando l’inutile fino a giungere alla sostanza dello strumento.

La risposta non è stata complessa: le nostre mani sono lo strumento per eccellenza. Niente di piu? di ciò che già la perfezione della natura ci ha dato. Con le mani il cibo si tocca, si afferra, si strappa e si porta alla bocca. Le mani sono indispensabili per nutrirsi. Basti pensare che una forchetta o una bacchetta non avrebbero alcun senso di esistere se non ci fossero le mani. Finger-Dip non vuole essere solo una provocazione o una moda. Il piacere di mangiare con le mani è un atto malvisto nella nostra società sin dai tempi del galateo, considerato addirittura quasi come una mancanza di educazione, come un tabu?. Finger- Dip, con la sua provocazione, vuole anche liberare da questo vincolo del tutto ipocrita per aprire la strada al piu? primordiale modo di mangiare. Niente piu? posate o bacchette e niente piu? tovaglie! Niente piu? formalità o distinzioni culturali nell’approccio al cibo.

Provocazione o seria proposta applicabile su larga scala?

La provocazione in questo progetto è del tutto evidente, ed è forse anche per questo motivo che Finger-Dip ha riscosso il successo inaspettato che ha avuto in questi ultimi mesi. Sarebbe poco sincero ammettere che proprio la provocazione non sia stata il valore aggiunto all’idea di risolvere una problematica sentita di questi tempi, quella del pasto frugale fuori casa. Da specificare ovviamente che proprio questo aspetto della provocazione è stato la conseguenza diretta di una valutazione su quale potesse essere il prodotto ideale, e non l’idea di partenza intorno alla quale creare un prodotto.

Finger-Dip è nato per essere un prodotto a tutti gli effetti, da produrre in larga scala e acquistabile in diverse locations; dai bar ai distributori automatici, dalle discoteche alle farmacie, dai supermercati ai negozi specializzati, o come vera e propria posata per catering e aperitivi ovviamente.

Finger-Dip non occupa spazio, è igienico, ecologico e divertente! Ideale in viaggio, quando non è possibile lavarsi le mani, quando non ci sono utensili a disposizione, quando il pranzo è pratico e veloce, ad un aperitivo o ad un buffet stravagante ma non solo. Finger-Dip è un prodotto semplice sia nel design che nella tecnologia di produzione. è in lattice naturale e può essere prodotto industrialmente sfruttando una tecnologia simile a quella per la produzione dei preservativi o dei palloncini, ma a costi minori considerato che non necessita degli stessi requisiti meccanici e farmaceutici. Il lattice inoltre lo rende una “posata” usa e